';
Preloader logo

Dal Librottiglia al Prosecco in jeans: le bottiglie più strane tra gli stand

E’ vero che spesso il vino si acquista più con gli occhi che con il palato. Studi hanno dimostrato che il consumatore sceglie in primis la bottiglia e l’immagine che essa trasmette in rapporto al vino che vi è contenuto, soprattutto sulla base delle aspettative che ha sull’acquisto. Gran parte delle nostre decisioni, infatti, non sono il frutto di un’analisi approfondita delle informazioni disponibili, ma semplici reazioni a determinati marcatori. Le informazioni che determinano l’acquisto provengono da var

Recommend
Share
Tagged in
Leave a reply